Cosa sono e come eliminare le emorroidi che non passano

Prima di capire come eliminare le emorroidi che non passano, dobbiamo spiegare cosa sono. Le emorroidi sono i vasi sanguigni venosi che trasportano il sangue refluo dal canale anale. Dammi 5 minuti per scoprire come eliminare le emorroidi che non passano:

Le emorroidi sono cuscinetti di tessuto riccamente vascolarizzato, che rivestono la parte inferiore del retto e che hanno la funzione di chiudere completamente il canale anale, contribuendo alla continenza fecale.

Esse rappresentano uno dei problemi più comuni dell’intestino, anche se è difficile stabilirne la reale incidenza (solo una minoranza dei pazienti consulta il medico).

Quante persone soffrono di emorroidi?

Si calcola tuttavia che, nei paesi industrializzati, ne soffra almeno il 50% della popolazione adulta.

Le emorroidi si manifestano più spesso fra i 45 e i 65 anni e, per quanto riguarda la loro comparsa, non sembrano esservi differenze fra i sessi. Le ricadute sono frequenti.

I sintomi della malattia sono diversi a seconda che si tratti di emorroidi interne o esterne.

Le emorroidi interne, posizionate dentro l’ano, provocano dolore, sanguinamento e prurito solo in relazione al passaggio delle feci e possono essere considerate lo stadio iniziale della malattia.

Col passare del tempo la malattia progredisce e i cuscinetti emorroidari dapprima fuoriescono durante la defecazione ma rientrano spontaneamente.

All’ultimo stadio, rientrano solo sospingendoli manualmente all’interno dell’ano; infine rimangono definitivamente esterni (prolassate).

A questo stadio sono estremamente dolorose e frequentemente possono complicarsi con la formazione di coaguli nel loro interno (trombosi emorroidaria).

Che origini ha questa malattia?

L’origine della malattia emorroidaria non è ben chiara: il disturbo emorroidario è una patologia che può derivare da diversi fattori.

Alcuni studi scientifici hanno indagato una possibile origine genetica, tra le cause delle emorroidi esterne, dal momento che sono stati individuati diversi casi di malattia emorroidaria tra i componenti della stessa famiglia.

È stata riconosciuta una certa predisposizione all’insorgenza della malattia emorroidaria riconducibile ad una analogia nella conformazione fisica e nella struttura dei tessuti.

Le cause sono molteplici:

  • familiarità
  • alimentazione
  • malattie dell’apparato digerente
  • traumi
  • stitichezza

tra quelle più probabili.

Come funziona la terapia chirurgica?

La terapia chirurgica (che si prende in considerazione dal 2′ stadio in avanti) consiste nell’effettuare la moderna tecnica chirurgica denominata “Hal Doppler e TDH System”.

E’ la tecnica più recentemente introdotta per il trattamento delle emorroidi e, sebbene mininvasiva, viene eseguita solitamente in sala operatoria in quanto, anche a causa del tempo necessario per eseguirla (60/70 minuti), necessita di un’anestesia adeguata.

Consiste nella legatura intrarettale mirata dei peduncoli emorroidari alla loro origine.

Il riconoscimento del flusso sanguigno avviene mediante la sonda doppler (inserita nell’anoscopio dedicato) ed il chirurgo porrà un punto sulla mucosa per stringere e chiudere l’apporto ematico.

Come eliminare le emorroidi e che rimedi si trovano in natura?

Il gel di aloe vera ha la capacità di aiutare in diverse utilizzi, sia interni che esterni e se assunto regolarmente come bevanda, 40 cc per 3 volte al giorno, la mattina a digiuno, prima di pranzo e la sera prima dei pasti, aiuta la regolarità intestinale, quindi a prevenire la stitichezza.

Come eliminare le emorroidi

Il gel puro di aloe vera può essere usato come clistere durante una attacco doloroso, o come pomata direttamente nella zona dolente, infatti esso agisce come lenitivo e rigenerante se inserito delicatamente nel retto e massaggiando.

Come eliminare le emorroidi

Ma mi raccomando, l’aloe deve essere pura al 100%, senza conservanti e stabilizzata a freddo come quello Forever!

Le applicazione del gel deve essere molto frequente ed è consigliata l’applicazione almeno dopo ogni defecazione durante la fase acuta del problema, successivamente alla scomparsa dei sintomi, continuare l’applicazione per almeno 2 settimane.

Per acquistare la migliore aloe vera sul mercato mondiale clicca qui.

0 0 vote
Article Rating