Depressione sintomi di una malattia molto sottovalutata

I disturbi dell’umore sono una serie di patologie molto diffuse in tutto il mondo e fortemente debilitanti per le persone che ne sono affette. Tra questi, il principale è sicuramente la depressione, una situazione depressiva di una persona che si può protrarre anche a lungo, con una sintomatologia sempre più complessa e pericolosa.

Recenti dati statistici mondiali dimostrano che ben il 50% della popolazione è affetta o è stata affetta da episodi di depressione, spesso associati anche con disturbi d’ansia generalizzati o acuti.

Ma da cosa deriva la depressione? E quali sono i sintomi principali che provoca nella persona? Proviamo a scoprirlo di seguito.

Cos’è la depressione e quali sono le principali cause

Ciascuno di noi ha provato nella vita l’esperienza di sentirsi triste, di cattivo umore, giù di corda, demotivato e fragile. Questo può succedere sia a seguito di eventi stressanti di varia natura, sia in assenza di un apparente motivo.

La maggior parte delle volte si tratta di periodi della propria vita temporanei, ma nei casi più gravi si può generare una vera e propria patologia dell’umore, il Disturbo Depressivo, chiamato anche più comunemente Depressione

Cosa si intende per Depressione?

Con questo termine si intende un raggruppamento di disturbi psicopatologici e psichiatrici che implicano anzitutto alterazioni significative del tono dell’umore della persona accompagnate da altri sintomi di natura sia somatica che psicologica.

Il quadro complessivo di tali sintomi e delle alterazioni del tono dell’umore comporta una compromissione del funzionamento sociale e lavorativo della persona.

Le cause principali che possono portare all’insorgenza della depressione sono diverse:

  • Cause genetiche, con una possibile predisposizione dovuta al DNA;
  • Cause biochimiche, dovute alla mancanza in alcune zone del cervello di neurotrasmettitori, come la Serotonina, Noradrenalina, Dopamina;
  • Cause psicologiche e socio-relazionali, dovute per esempio ad atti di bullismo, o difficoltà di creare rapporti d’amicizia, bassa autostima in generale, insicurezza;
  • Altre cause correlate, tra cui spiccano l’utilizzo di droghe, alcol o eccesso di gioco d’azzardo.

I sintomi della depressione

La depressione non è un disturbo raro, bensì è tra i più diffusi al mondo e colpisce milioni di persone, motivo per cui si può definire come depressione sociale, visto anche le conseguenze evidenti che apporta sulla sfera sociale e relazionale.

Secondo i dati Istat del biennio 2015-2017, la depressione è il disturbo mentale più diffuso:

si stima che in Italia superino i 2,8 milioni (5,4% delle persone di 15 anni e più) coloro che ne hanno sofferto nel corso del 2015 e siano 1,3 milioni (2,5%) coloro che hanno presentato i sintomi della depressione maggiore nelle due settimane precedenti al test svolto.

Per quanto riguarda i sintomi che la depressione sociale porta, essi sono variabili di persona in persona, ma i più diffusi sono:

  • Scarso piacere nel fare le cose (Anedonia).
  • Scarsa voglia di fare (Abulia), riduzione dello spirito vitale (Apatia).
  • Disturbi dell’appetito, più frequentemente in senso negativo (Iporessia).
  • Disturbi del sonno (Insonnia), con difficoltà nell’addormentarsi o con risvegli frequenti.
  • Sensi di colpa e perdita dell’autostima o perdita del senso di fiducia verso le proprie capacità.
  • Continui ed ossessivi pensieri negativi
  • Vari malesseri fisici vaghi, come senso di nodo alla gola, di oppressione toracica, di dolori diffusi o cefalea;
  • Irritabilità, con il rischio di arrivare a sviluppare ADHD;
  • Ansia costante, generalizzata, con possibili picchi acuti.

Leggi anche:

0 0 vote
Article Rating