Vene varicose cause

Le vene varicose, o varici che dir si voglia, si identificano in dilatazioni estreme e patologiche delle vene, spesso concentrate soprattutto (ma non esclusivamente) nella zona delle gambe e che assumono un aspetto e un andamento caratteristici, definitivi tortuosi.


Le cause che possono provocare la manifestazione di questo disturbo, spesso percepito come vero e proprio disagio estetico soprattutto dalle donne (che infatti ne soffronto in misura statisticamente maggiore rispetto agli uomini) sono molteplici, nonché riconducibili ad una serie differente di fattori.

Altre cause

Altre cause delle vene varicose possono, poi, vedersi ricondotte ad altre patologie ovvero ad abitudini di vita poco sane: tra le prime, possiamo ricordare innanzitutto:

  • l’obesità
  • la sedentarietà
  • l’adozione di una dieta alimentare squilibrata, ricca di grassi e povera di fibre.

Chi é il responsabile

Principale responsabile delle vene varicose è, senza dubbio, l’insufficienza venosa organica, cioè dovuta ad una patologia propria delle vene.

Ovvero funzionale, ossia causata da fattori esterni quali ad esempio una ridotta mobilità degli arti inferiori, l’insufficienza venosa comporta sempre maggiori difficoltà di ritorno del sangue venoso al cuore.

Impattando dunque sulla circolazione e facendo sì che il sangue si stagni all’interno delle vene stesse.

Effetti delle vene varicose

A prescindere indipendentemente dalla causa specifica, gli effetti ed i disturbi provocati dalle varici possono inserirsi in una categoria grossomodo unitaria.

Le vene varicose, infatti, tendono a causare sempre fastidi quali:

  • sensazione di gonfiore
  • pesantezza e stanchezza delle gambe (in particolar modo dopo aver passato lunghi periodo di tempo in piedi)
  • dolore e/o prurito nella zone delle varici
  • crampi al polpaccio (soprattutto in condizioni di stasi notturna)
  • gonfiore e formicolio alle caviglie
A cosa può portare?

Questa sintomatologia, riscontrabile anche nella fase iniziale, purtroppo in alcuni casi può aggravarsi e condurre ad ulcerazioni, sanguinamento (spontaneo oppure causato da un trauma o un urto sofferti dalla vena).

Oltre che a eczemi e macchie scure localizzate in prossimità della varice, dovute alla fuoriuscita di sangue dalla stessa.

Vene varicose

Soluzione

Risulta evidente, dunque, che al di là dell’aspetto meramente estetico, si tratti di una patologia che può causare svariati disagi, soprattutto in casi particolarmente gravi in cui può dare adito a flebiti e trombi.

Rimedi

Tra i possibili rimedi alternativi, ai quali tuttavia è bene anteporre sempre strategie preventive soprattutto nel caso in cui si abbiano predisposizioni genetiche alle varici.

Ovvero il proprio caso clinico presenti uno o più dei suddetti fattori di rischio, si possono individuare le due grandi famiglie dei medicinali e dei rimedi naturali.

Spesso, infatti, gli uni o gli altri risultano perfettamente in grado di risolvere il problema, dovendosi vedere sostituiti da interventi medico-chirurgici che rimuovono il tratto venoso interessato solo laddove vi sia particolare severità della patologia ed alto rischio di complicanze.

Vediamo quali sono gli integratori consigliabili in grado di guarire le varici.

Possibili soluzioni per eliminare il problema ed avere di nuovo gambe bellissime.

Come appena accennato, le soluzioni disponibili per risolvere il problema delle varici sono svariate.

Tuttavia, è bene premettere che queste dovrebbero sempre accostarsi all’adozione di altri piccoli accorgimenti che aiutano il percorso di guarigione, è consigliabile, ad esempio:

Inoltre è bene indossare calze elastico-contenitive che evitino l’ipertensione venosa

Non mantenere le gambe ferme troppo a lungo e, quando si è distesi, tenerle al di sopra del livello del cuore, magari aiutandosi con alcuni cuscini da posizionare sotto le caviglie.

Integratori consigliati

Tra gli integratori naturali, sia in forma di pomata che di compresse, che consentono di ottenere di nuovo delle gambe bellissime ricordiamo innanzitutto l’Ippocastano, campione indiscusso per l’eliminazione del problema, grazie ai suoi principi attivi che rafforzano le pareti dei vasi sanguigni e favoriscono il flusso del sangue venoso.


Altro integratore da tenere senza dubbio in considerazione è quello a base di vite rossa.

Questo per espletare un’azione flebo-tonica, vasocostrittrice e decongestionante dei vasi linfatici e sanguigni, infatti non a caso viene utilizzata non solo contro le varici, ma anche per le emorroidi e la couperose.

Vene varicose

Insufficienza venosa e linfatica

Nel caso in cui, invece, si voglia agire non solo sulle vene varicose ma anche in generale sull’insufficienza venosa e linfatica, quindi su edemi e flebiti e intensa pesantezza delle gambe, è più indicato l’integratore naturale a base di Rusco (o pungitopo).

Questo poiché ha proprietà anti-infiammatorie e astringenti che regolano il tono muscolare dei vasi sanguigni.

Consigliabili, da ultimo, per i loro effettivi al contempo preventivi e curativi sono la centella asiatica e il mirtillo:

entrambi, infatti, sono adatti sia per problemi di insufficienza venosa cronica (con varici che, dunque, si sono già create) e sia per attività di protezione e prevenzione del problema grazie alla loro azione capillaroprotettiva.

Leggi anche:

0 0 vote
Article Rating